Libri da amare · Senza categoria

Altra Dimensione

“Acqua e meditazione sono sposate per sempre.”

Questo è ciò che diceva il grande Melville ed una citazione che troviamo sulla quarta di copertina de “Il libro del mare” di Morten A. Stroksnes edito nel mese di maggio da Iperborea, nota casa editrice indipendente e famosa per le sue pubblicazioni di scrittori del nord Europa. La particolarità di questo editore non sta solo nella scelta di titoli non convenzionali ma anche nel modo in cui queste opere vengono impaginate molto diversamente dal solito (pagine strutturate in verticale). Ho avuto bisogno di un po’ di tempo per leggerlo causa sessione estiva ma non solo: ho trovato che fosse un libro da godersi lentamente, senza correre.

Prima di tutto voglio specificare che dietro la lettura di questo romanzo si cela un progetto organizzato con il mio amico e blogger Marius Ghencea, sto parlando di una lettura condivisa. L’idea è nata perchè lui è un grande appassionato di Iperborea e collabora proprio con la stessa casa editrice. I suoi video, che potete trovare su Youtube, sono molto interessanti e vi toglieranno qualsiasi dubbio sulla scelta di una nuova lettura. Alla fine della mia recensione troverete un link che vi porterà direttamente sul suo canale e dove potrete godere di questo bravissimo BookTuber che vi parlerà dello stesso libro che descriverò molto brevemente io adesso. Una recensione scritta ed una in video da due punti di vista differenti: niente di meglio per capire se vorrete avventurarvi nella lettura de “Il libro del mare”.

Dopo questa “lunga” introduzione cercherò di arrivare al sodo: questo non è un libro da raccontare ma da scoprire. “Il libro del mare” non è solo un romanzo ma anche un saggio molto dettagliato su alcune curiosità del mare e dei suoi abitanti (e non solo). Stroksnes, lo scrittore, si è documentato moltissimo e riesce a toglierci qualsiasi dubbio su argomenti ai quali non avremmo mai pensato. Dopo aver terminato il libro non mi sono sentita affatto svuotata, anzi, ho capito che avevo esplorato un mondo di cui non mi ero mai interessata abbastanza. Una specie di reportage dentro un romanzo che racconta la vera storia dello scrittore e del suo amico Hugo che decidono di provare a catturare il più longevo tra i predatori marini: lo squalo della Groenlandia. La parte più prettamente romanzata passa in secondo piano per lasciare spazio ad informazioni interessantissime sulla natura di un mondo che ancora conosciamo in bassissima percentuale: quello del mare. Qui, quest’ultimo, viene descritto quasi come una dimensione a parte insita nel pianeta Terra.

Se avete voglia di esplorare un mondo tanto vicino quanto lontano da ognuno di noi, non potrebbe esistere modo migliore se non leggere con attenzione ogni parola di questo libro. Le curiosità sono tantissime e di svariata natura, non mi sarei mai aspettata che si potesse mostrare in maniera così interessante e dinamica un qualcosa di molto scientifico (merito anche dello stile di scrittura semplice e lineare dell’autore).

Ultima cosa: dopo la lettura non potrete non desiderare di visitare le isole Lofoten ed ogni fiordo norvegese con paesini annessi.

Vi auguro una buona domenica ricca di letture e vi lascio il link alla video-recensione di Marius qui https://youtu.be/x9U4joCcKqYthumbnail_IMG_3143

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...