Nuovi Autori · Senza categoria

8 Volte Inquietante

Buongiorno a tutti 🙂

Oggi, per la rubrica “scrittori emergenti”, vi parlo di un manoscritto che ho letto in pochissime ore e che ho finito proprio ieri notte (come avrete visto da Instagram). Il libro a cui mi riferisco è “Hotel Mezzanotte” di Michele Botton, edito da Lettere Animate Editore. Quando lo scrittore mi ha contattata sono stata subito incuriosita da questo genere di scrittura che non si vede più molto spesso. Nonostante ciò che racconta Michele sia un classico, il tema appare nuovo perchè viene ripreso in un periodo in cui non si trovano molti libri del genere. Vi starete chiedendo di cosa parli: ebbene si, il libro di Michele è una raccolta di brevissimi racconti horror, proprio come quelli che ci raccontavamo tra adolescenti per spaventarci durante le notti “buie e tempestose”.

Come sempre, esprimerò il mio giudizio sul libro con tutta la sincerità e la chiarezza possibile in modo che ognuno di voi possa scegliere o meno se acquistarlo.

I racconti sono otto e formano un’antologia molto ben divisa e impostata. Come ogni racconto dell’orrore che valga la pena di leggere, i testi di Michele nascondono sempre segreti che vengono svelati solo alla fine e, le vicende, iniziano sempre in maniera innocente, con personaggi ingenui che vivono tranquillamente la loro quotidinità. Nota negativa: ho trovato lo stile di scrittura non sempre del tutto lineare, un po’ spreciso e mi sono accorta di diversi errori che potevano essere aggiustati prima della pubblicazione, in fase di editing. Questi piccoli particolari negativi non tolgono comunque nulla alla magia delle storie. Lo scrittore riesce a creare l’atmosfera giusta per ogni racconto. La base di tutte le storie è ovviamente composta da paura e inquietudine ai massimi livelli, un mix vincente. Inquietudine è proprio la parola chiave, un sentimento che avvolge nelle sue spire e dal quale non è possibile liberarsi per tutta la durata del libro.

Sono felice di aver dato una possibilità a questo libricino, penso che ne valga davvero la pena (anche se il periodo migliore per leggerlo secondo me è l’autunno/inverno). Io, personalmente, l’ho divorato in un paio di ore notturne e, si, ho sognato un uomo senza volto durante il sonno (ma non vi dirò altro).

Vi lascio la descrizione precisa e ufficiale dell’antologia qui sotto, sono sicura che dopo averla letta non avrete più dubbi.

Buona giornata lettori 🙂

Hotel Mezzanotte” è un’antologia di racconti dell’orrore. Otto storie per lo più di vita quotidiana, dove qualcosa non è come dovrebbe essere. Abbiamo una bambina, travestita da zombie, la notte di Halloween che suona campanelli per il classico dolcetto-scherzetto, ignara del terribile segreto che nasconde. Una misteriosa e inquietante ragazza che inizia a fissare un povero malcapitato in un vagone del treno. Una cena familiare “molto” speciale. Un pallone da calcio maledetto che porterà alla rovina una famiglia con le sventure che causa. Una storia natalizia che dello spirito natalizio non ha proprio niente. C’è Lilith, l’emissaria della morte che si nutre della morte stessa. Ci sono Paolo e Michele che nella campagna padovana troveranno un uomo senza volto. Storie con un finale a sorpresa, in cui la sorpresa non è mai allegra.

thumbnail_IMG_3932

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...