Interviste · Senza categoria

Incontro con lo scrittore Gianni Tetti

Cari lettori…

questa mattina l’articolo che ho deciso di pubblicare non è, come di consueto, una recensione (o qualche mio strano divagare su vari libri) ma, bensì, il racconto di una bellissima esperienza letteraria durata ben due giorni. Sto parlando dell’incontro con lo scrittore Gianni Tetti (Neo Edizioni), avvenuto il 23 settembre a Pistoia ed il 24 settembre a Lucca: un bel weekend pieno di emozioni e ricco di nuove esperienze. Devo ammetterlo, mi sento un po’ cambiata da tutto ciò. So di non aver fatto nulla di speciale, ma, grazie a queste poche ore, mi sono avvicinata sempre di più alla conoscenza del mio obiettivo (cosa non sempre scontata a ventitre anni).

Oggi voglio descrivere cosa sono riuscita a trarre dalle parole dell’autore. La mia fortuna è stata doppia perchè, non solo ho potuto assistere alla presentazione dell’ultimo libro di Gianni Tetti, “Grande Nudo”, ma, inoltre, ho potuto passare varie ore con lo scrittore stesso mangiando hamburger e bevendo vino e birra per le strade di Pistoia e Lucca.

Gianni Tetti è un giovane scrittore sardo, di Sassari per la precisione. “Grande Nudo” è il suo terzo libro dopo “I cani là fuori” e “Mette Pioggia”, tutti pubblicati dall’editore Neo dell’Aquila. Con la sua ultima opera, Gianni, è riuscito ad entrare tra i candidati al Premio Strega di quest’anno, cosa non da poco.

“Grande Nudo”, come ci dice lo scrittore stesso, è una sorta di conclusione di una trilogia chiamata “Del Vento” dall’editore. I tre libri sono leggibili singolarmente ma, Tetti, sente di aver concluso con quest’ultimo libro una sorta di percorso tematico. Il tema della trilogia non si esaurisce a uno, ci tengo a sottolineare questo. Gli argomenti sono moltissimi e il dinamismo tematico non manca di sicuro. Uno degli elementi più importanti, come ho già specificato, è la presenza fissa del vento durante tutta la trilogia; un vento che cambia di opera in opera: un vento furioso, che muove tutto in “I cani là fuori”, lo scirocco in “Mette Pioggia”, negativo, il vento del diavolo (come lo chiamano in Sardegna) perchè porta incendi e forte caldo. Per ultimo, in “Grande Nudo”, troviamo il maestrale, che inizia a soffiare ad un certo punto della storia e che porta con sé un nome, il nome di Maria.

Maria è uno dei molti personaggi che Tetti caratterizza con maestria, una caratterizzazione che nasce soprattutto dalle azioni dei personaggi; lo scrittore dice “siamo ciò che facciamo” e noi lettori possiamo capire chi sono i personaggi proprio grazie alle loro azioni.

Altro filo tematico importante dei tre romanzi è la presenza di cani, di grandi masse di cani. Cani addestrati per parlare e cani che arrivano a pronunciare parole umane. Questi animali, diventano l’emblema di un processo di umanizzazione dal quale, lentamente, si stanno allontanando gli umani stessi. Si parla di uomini-bestia, di livelli di degrado immersi nella pura crudezza. Gli esseri umani, durante la crisi, si concedono al loro lato più istintivo. Come dice più volte Gianni Tetti, crisi deriva dalla parola greca crisis che significa scelta, decisione. La crisi dell’uomo si basa proprio su questo; sul prendere decisioni che cambiano il corso della vita di ognuno ed è per questo, ci dice lo scrittore, che ogni sua storia si avvia da crisi esistenziali. Durante queste situazioni, la dicotomia buono/cattivo si annulla del tutto, perchè è così che funziona la vita. Le crisi sono parte di noi e questo rende naturale il fatto che non esistano persone solo buone o solo cattive; i ruoli possono invertirsi continuamente a seconda della situazione che si mostra dinanzi a noi. La crisi è rappresentata anche dalla guerra, racconto di un qualcosa di molto attuale per noi oggi, purtroppo. “L’apocalisse” che viene in mente ai molti che hanno letto il libro, è proprio la guerra. Dopo ogni nuovo attentato, dopo ogni nuovo missile o bomba, qualcosa cambia un po’ per sempre. L’apocalisse è questo: una situazione che viviamo tutti i giorni quando siamo costretti a vivere in città completamente militarizzate o quando non possiamo portare con noi bottiglie d’acqua con il tappo o borse troppo ingombranti che potrebbero nascondere armi. Il modo in cui sta cambiando il nostro Mondo ed al quale ognuno di noi si sta abituando va spesso verso il peggio, abituarsi al peggio significa cercare di sopravvivere all’apocalisse.

Una domanda di molti è stata: perchè il titolo “Grande Nudo”? Lo scrittore ha risposto che il titolo è assolutamente tematico, non ha collegamenti particolari con la storia. Grande Nudo nasce per caso dalla visione di un quadro su una copertina di un libro di Bukowski. L’edizione della Feltrinelli, infatti, reca proprio un corpo di donna nudo, un nudo che non è sensuale. Il nostro scrittore, incuriosito da quest’opera, ha voluto scoprire chi fosse l’artista; il suo nome è Wesselmann, pittore del movimento della Pop Art. Il suo quadro, come altri cinquantanove creati da lui, si chiama proprio Grande Nudo Americano e fa parte di una serie di opere simili tra loro che rappresentano la nudità americana, uno spogliarsi dalle proprie sovrastrutture. E forse è un po’ anche quello che vuole dirci Gianni Tetti con il suo libro, ma questo va scoperto leggendolo.

Sono rimasta molto affascinata dalle sue presentazioni e non vedo l’ora di leggere il suo bel romanzo. Ringrazio ogni giorno per le possibilità che mi vengono date. Esperienze come queste sono fondamentali per la mia crescita personale e per lo sviluppo della mia passione. Voglio ringraziare anche una delle persone più importanti della mia vita che è Sara Paoli: grazie alla sua professionalità e alla sua passione è riuscita a presentare al meglio questo autore.

Spero che l’articolo vi sia piaciuto, appena avrò letto il libro troverete anche la recensione qui, sul blog. Vi auguro una buonissima giornata e letture sempre più belle 🙂

ps. Vi lascio qui alcune foto degli eventi di sabato e domenica.

thumbnail_IMG_5902

thumbnail_IMG_5860thumbnail_IMG_5862thumbnail_IMG_5869thumbnail_IMG_5882thumbnail_IMG_5886thumbnail_IMG_5897thumbnail_IMG_5905

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...